caltagirone

Caltagirone oltre la ceramica

Se provate a cercare Caltagirone su Trip Advisor, il celebre sito in cui lasciare le proprie recensioni di viaggio, troverete opinioni come questa: “Una miniatura del Paradiso, un paesino magico, pieno di persone gentili e sempre sorridenti, tranquillo e perfetto per una parentesi romantica…”.
Molti turisti visitano Caltagirone attratti dai tesori della ceramica, testimonianza di dominazioni passate e certificazione di eccellenza artistica ma, sappiatelo, questa ridente cittadina ha molto, molto di più da offrire. State pianificando un weekend da queste parte? Beh, fatelo e segnatevi queste tappe…

Chiesa di S. Pietro: facciata gotica, torri decorate di maiolica e un ricchissimo portale bizantino.

Chiesa di san Francesco di Paola: dopo lo splendido portale troverete le tele del Vaccaro.

Chiesa di s. Francesco d’Assisi: distrutta dal terremoto del 1693 è stata ricostruita in stile.

Ponte di san Francesco: collega le due alture su cui sorge la città ed è impreziosito dalla decorazione ceramica a rilievo.

Cattedrale di Caltagirone: edificata nel Medioevo viene totalmente ricostruita, anche con diverso orientamento prospettico, dopo il terremoto. È uno dei pochissimi edifici religiosi con facciata in stile liberty. All’interno le opere del Vaccaro.

Scalinata di santa Maria del Monte: 142 gradini decorati con la ceramica. Famosissima.

Chiesa di santa Maria del Ponte: realizzata probabilmente con il materiale da costruzione dell’antico Castello.

Stazione Centrale e Villa Patti: stile gotico veneziano e pittoresche facciate imperdibili.

Su, mettetevi in macchina…


Articoli Correlati

Madonna del Lume, la vergine che chiese di essere dipinta

Il vestito del Conte di Cagliostro, il calatino più furbo di tutti

Il tesoro della porta accanto: scopri l’arte fiamminga in Sicilia